Dentro il Bryce Canyon

Ma come non avete mai visto gli hoodoos??? Hoodo-what (la mia prima reazione)??? Allora il Bryce Canyon fa al cosa vostro, questo vuoto “geologico” deve essere colmato. Ecco uno di quei parchi dell’Ovest USA anticipati da una tale fama di splendore, che le aspettative sono a 1000 e hai quasi timore di andarci perché la mongolfiera potrebbe sgonfiarsi.

E invece no. Anzi. Solo conferme.

Bryce Canyon 2

La sintesi migliore l’ha fatta mia figlia, 6 anni, entriamo nel parco da una pineta, arriviamo a uno al Sunset ViewPoint (per coerenza all’ora del tramonto) in questa specie di immenso balcone naturale che si affaccia su un anfiteatro poco descrivibile a parole, la nanetta guarda il panorama e poi spara a bocca aperta uno “UAUUUUUUUUUU” che fa scoppiare a ridere tutti i turisti presenti.

In effetti si fa fatica a crederci. La Madre Terra qui ha veramente esagerato, chiamatela architettura naturale, scherzo del destino, esercito di pinnacoli, terra delle fate, distesa infinita di bellezza. Chiamatelo come volete, questo regalo per gli occhi e per l’anima. Un anfiteatro di hoodoos, sono pinnacoli-camini-colonne di roccia, frutto di notti invernali,  di acqua che gelando erode la roccia e la priva di sedimenti,  frutto di ossidazione dei minerali che regala arancioni, rosa e rossi per il ferro, viola per il manganese e bianco per le formazioni calcaree. Una meraviglia assoluta.

Bryce Canyon 4

Bryce Canyon 13

The animal legend people who lived in Bryce Canyon long ago, displeased the coyote. Angered, he turned all the people to rock.”: secondo gli indiani Paiute lo Spirito Coyote trasformò in pietra gli uomini-guerrieri.  Bryce Canyon per i nativi americani è infatti Angka-ku-wass-a-wets = volti dipinti di rosso.

Il primo approccio lo passiamo così, percorrendo ingordi la Bryce Canyon Scenic Drive (27 km) e salterellando da un viewpoint all’altro: Bryce Point, Sunrise Point, Sunset Point, Inspiration Point, Paria View, etc. Volendo per visitare i principali punti panoramici senza troppi problemi di parcheggio ci vogliono solo un 2 ore. Il Bryce Canyon è un colpo d’occhio unico, al terzo-quarto view point capisci che è come ammirare un sconfinato quadro impressionista, si certo ti puoi traslare di qualche chilometro, le ore/meteo della giornata possono modificarne i colori ma la sostanza non cambierà. Puoi solo aspettare il giorno dopo ed entrarci dentro, allora sì che la prospettiva è differente.

Bryce Canyon 5

Bryce Canyon 3

Infatti la mattina dopo siamo pedibus calcantibus, scarponcini da trekking e buona volontà, sul Navajo Loop Trail. E’ un anello di pochi km che inizia con un gran dislivello e una serie di curve a gomito che scendono giù giù, nel ventre del canyon, hai la sensazione di rotolare di sotto da un momento all’altro, meglio non voltarsi indietro se soffrite di vertigini. Sei avvolto, protetto dagli hoodos come giganteschi totem, cammini all’interno di un primordiale grembo materno, il grembo della Madre Terra. Poi il sentiero si fa passeggiata, diventa più pianeggiante, più verde, più aperto, più umano. Si tira il fiato prima della grande risalita.

Con tutta calma ci vogliono circa 2.30h. Di quelle che non si dimenticano. Se invece non avete bambini da tenere sott’occhio, potete optare per i sentieri che corrono senza protezioni sul ciglio dell’altopiano, esattamente prima del grande anfiteatro di hoodos. Di quelli da percorrere coi piedi, col respiro e con gli occhi, come il Rim Trail. Ma nel parco ce ne sono parecchi, il Queen’s garden, il Queen Victoria, il Wall Street, il Fairyland Loopo Trail.

Bryce Canyon 6

Bryce Canyon 9

Bryce Canyon 12

L’unico appunto, per correttezza, che posso fare è di andare al Bryce consapevoli che siete di fronte a un’opera d’arte, differente dagli altri parchi dell’Ovest. Dopo il primo innamoramento inevitabile, dal Bryce non aspettatevi la varietà. Certo, ogni hoodoo è diverso e ce ne sono certi che formano delle composizioni ai limiti dell’irrealtà. Bryce non è come Zion o Yosemite dove si può camminare per giorni vedendo cose sempre diverse. Se dovessi dare un consiglio a chi è in dubbio se fare un giorno in più a Zion o a Bryce, sicuramente lo indirizzerei sul primo dei due. Bryce, è un parco evocativo da vedere in un solo giorno, magari i vari view point in mattinata, e il Navajo Loop nel pomeriggio. E poi via verso altri parchi.

Le foto mai come in questo caso dicono tutto 🙂 cliccateci su e guardatevele in grande, questa volta ne vale la pena!

Bryce Canyon 1

Bryce Canyon 11

Bryce Canyon 10

Advertisements

4 responses to “Dentro il Bryce Canyon

    • in effetti è un parco pazzesco, che ipnotizza, che non sembra possibile, che permette ancora di sognare 🙂

  1. E’ bellissimo rivederlo, ho ancora delle foto meravigliose anche dell’interno, non ci siamo addentrati molto ma quel poco è favoloso, ti trovi nel cuore della terra, puoi vedere gli strati dei secoli e degli eventi che sono passati, puoi toccare la storia …
    Non ho più parole
    Ciao
    Norma

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s