17 Mile Drive

Costa californiana, da Pacific Grove a Pebble Beach va in scena la 17 Mile Drive, 10 dollari di esclusività… una piccola tariffa da pagare per un grande spettacolo. Cos’è? Una strada panoramica, una piccola penisola incontaminata, un angolo di California riservato a due gruppi di specie protette: gli animali selvatici in libertà e le ville Hollywoodiane, tipo quella che è stata di Clarke Gable, così tanto per citarne uno. Qui è tutto sopra le righe, un posto unico, selvaggio da un lato e lussuosissimo dall’altro. La conciliabilità delle due cose? si può fare, eccome 😀

Andateci e lasciate che il vento del Pacifico si impadronisca di voi.

Pacific Grove

Le ville coloniali le intravedi soltanto tra una curva e l’altra, tra maestosi giardini e vegetazione selvatica. Alberi secolari e campi da golf sul mare come piovesse, sconfinati, vellutati, per pochi eletti che se li godono tra fairway, rough e green. Ma in fondo non sono mica loro i veri protagonisti, almeno per me. E’ sul confine frastagliato tra terra e mare, fatto di scogli e onde infrante, che si gioca la partita migliore.

Scoiattoli 17 Mile Drive

Scoiattolo2

Scoiattolo1

I primi protagonisti sono “gli scoiattoli da scoglio”, eh sì finora li avevo visti solo nei parchi e sugli alberi, ma qui nei tanti punti panoramici puoi fare immediatamente amicizia proprio sugli scogli con questi paffutelli, impavidi e pelosoni. I furbacchioni di giorno si dirigono sul mare là dove i turisti fanno capolino, e alla sera fanno ritorno nei boschi delle retrovie. Ed è uno spasso vederli anche perché non hanno il minimo timore degli umani, anzi!

Otarie 17 Mile Drive

Poi è la volta di otarie e leoni marini, soprattutto dalla Seal Rocks è facile intravedere due isolotti frequentati da colonie di bestioni, per lo più spalmate a crogiolarsi sugli scogli o incredibilmente guizzanti in acqua. E qui sono liberi in un paradiso naturale fatto di mare impetuoso, scogliere, foreste di pini marittimi e il profumo dell’aria salmastra. Queste piccole calette e insenature sono il loro habitat ideale. Fisso l’orizzonte perché mi dicono che è facile scorgere qualche spruzzo o pinna scura, questa è anche zona di balene!

Birds 17 Mile Drive

E il cerchio si chiude con la Birth Rock, un’isola letteralmente ricoperta di gabbiani, pellicani, cormorani neri… di fronte, verso l’interno, si vede la casa dove Hichtcock ha scritto la sceneggiatura del film “Gli Uccelli”…chissà come mai eh?!! Continuando per cir­ca 2 miglia in direzione south-east si giunge a Lone Cypress, è un cipres­so solitario cresciuto sulla cima di uno sperone roccioso che domina il mare sottostante. Un po’ il simbolo di questo tratto di costa e del suo essere selvaggia.

Mare 17 Mile Drive

Insomma, vi do un consiglio spassionato.  Spesso ignorata dai turisti che viaggiano da o verso San Francisco, la 17 Mile Drive merita almeno una puntatina. Noi abbiamo dormito una notte nei lodge storici immersi nel bosco di Pacific Grove dell’Asilomar: stile americanissimo, stutture in petra e legno, grandi vetrate e sale con camino anche nelle camere. E poi esci dalla stanza e ti passeggia tranquillamente davanti un procione col suo codone a strisce…e tu l’unico che avevi visto era quello di Candy Candy 😀

Advertisements

9 responses to “17 Mile Drive

    • Tanta roba Annalisa. E forse apprezzo di più ogni singola tappa ora a casa riguardando le foto e scrivendoci su…che quando ero lì nel pieno del frullatore 🙂

    • Alla fine, se non ricordo male, sono solo 120 miglia da San Francisco (tra l’altro di Pacific Highway tutta da vedere), ci vuole poco e merita una deviazione. Mi sarebbe piaciuto proseguire lungo la costa fino a Big Sur…ma abbiamo tagliato all’interno direzione Yosemite.

  1. Ma che bello!
    Non me lo perderei certo un posto così.
    Simpaticissimi gli scoiattoli, io sono abituata a quelli di Chicago (dintorni) che non sono molto socievoli e sono pure un po’ diversi da questi, il procione però mio figlio l’ha visto che passeggiava sotto le sue finestre, e non era uno solo, erano in 4, forse una famiglia.
    Ciao
    Norma

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s