Il bello del last-second

Certo non fa piacere a nessuno vedersi saltare a tavolino tutte le ipotesi di viaggio fatte nei mesi prima del tanto atteso Agosto, ma “ubi maior minor cessat” e quando ci sono problemi seri di ricovero di un parente ecco che l’unica soluzione è la rinuncia o lo spirito di adattamento. Fino a pochi giorni fa pensavamo alla rinuncia completa, poi qualche feedback più stabile ci ha fatto pensare ad una soluzione non troppo distante, senza aerei di mezzo, in modo da poter prendere la macchina e tornare in ogni momento.

Si chiama vacanza elastico, flessibilità, vado e torno se serve, niente viaggi lunghi e niente vincoli. Per noi questa estate è l’unica possibilità di muoverci. E tutto sommato è già tanto se riusciamo a partire! Quindi aguzza l’ingegno e cerca soluzioni poco impegnative, vicine a casa, e rigorosamente last-second. E quale sarebbe l’aspetto positivo di decidere tre giorni prima della partenza il da farsi? Più di quanti potete pensare 🙂

lago di Bled

Intanto driblate il meteo: da questo weekend è previsto il ritorno del caldo torrido e quindi abbiamo deciso di partire per la Slovenia (abbastanza vicina a casa nostra), zona che non conosciamo per niente, puntando dritto alle montagne, alle vette di Kranjska Gora per qualche giorno di camminate di ristoro, decompressione e fuga dall’afa. Da lì ce ne andiamo a vedere i laghi di Bohjni e di Bled, di cui abbiamo sentito parlare un gran bene, e poi puntiamo a Lubjiana, città che da anni ho voglia di vedere e di scoprire.

Poi dalla montagna scendiamo in Croazia verso il mare e andiamo a trovare un po’ di amici, alcuni si trovano nella bellissima Rovigno, altri due a Opatjia tra Istria e Dalmazia, e poi ci spostiamo su qualche isola croata (Krk o Rab) per goderci un po’ di mare. Così easy, senza troppi programmi e vedendo una parte di Croazia che anni fa, quando avevamo puntato a Spalato, Dubrovnik, Mljet e la costa sud, avevamo saltato a piè pari. Senza contare i potenziali risparmi che comporta non prendere un volo senza anticipo o un pacchetto ad Agosto per tre, che ultimamente serve un mutuo 🙂

isola di krk

E, dulcis in fundo, dopo Ferragosto, se tutto va bene (stiamo valutando ora preventivi e itinerari) lascio il maritino a un corso di meditazione e con la nanetta e altri amici con figli prenotiamo una Houseboat in Borgogna-Nivernais e ce ne andiamo a scivolare lenti sui canali tra scenografie di paesaggio da acquerelli fatte di castelli, villaggi tipici, colline di vigneti e lo scorrere lento dell’acqua del Canal du Nivernais. Non vedo l’ora di avere la prenotazione in mano!

borgogna

Il last-second ti offre questa possibilità, sfogliare un libro che magari mai avresti immaginato, inventarti soluzioni diverse, mete nuove, itinerari liberi. E scardinando i programmi fatti non è detto che non ne venga fuori qualcosa di più interessante di quanto avresti potuto pensare. Basta usare la fantasia, lasciarsi andare e non farsi prendere dall’agitazione delle decisioni ultimo minuto o della valigia fatta di corsa. Ed essere pronti un po’ a tutto. Il resto arriva.

Insomma Alla ricerca di Shambala se ne va un po’ in vacanza, vacanza un po’ arrangiata, un po’ fai da te, un po’ last-second ma spero al ritorno di averne ugualmente delle belle da raccontarvi. Buone vacanze a tuttiiiiiiiiiiiiiiiiii.

Advertisements

4 responses to “Il bello del last-second

  1. grazie a entrambe, un viaggio semplice ma viste come si erano messe le cose ultimamente qualcuno direbbe “è grasso che cola” 🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s