un cottage a St.Ives

Inizio a raccontarvi il nostro viaggio in Devon&Cornovaglia nell’estate 2010. Eravamo in 6, quattro adulti e due bimbi di due anni e mezzo ciascuno, quelli che d’ora in poi chiamerò i nani. E’ stato il primo esperimento di viaggio itinerante con i piccoli al seguito. Abbiamo sempre viaggiato in giro per il mondo per lo più fai da te e da quando è nata nostra figlia l’abbiamo portata spesso in giro per l’Italia, mare, montagna, aereo, traghetto, macchina senza grossi problemi, ma sempre con base in appartamento o albergo o villaggio. Avevamo voglia di ricominciare a viaggiare sul serio, di provare di nuovo, di riprenderci la nostra grande passione.

Tanti ci hanno guardato un po’ perplessi quando dicevamo i nostri programmi vacanzieri, ci han detto che prima dei 5-6 anni è dura, che era meglio aspettare…. Noi abbiamo deciso di rompere il ghiaccio e provare! Così abbiamo prenotato il volo Ryanair per Bristol e siamo partiti. Abbiamo studiato a tavolino il percorso e le soluzioni migliori per i bambini, noleggiato una monovolume, sistemati i nani con due seggiolini vicini in fondo per farsi compagnia e a parte i primi giorni in cui cambiavamo hotel ogni sera, arrivati in Cornovaglia la soluzione (rivelatasi poi vincente) è stata quella di affittare 10 gg un cottage a St.Ives.

Cottage

Un cottage? Ohhhh yes! Mi sono sempre piaciute le location particolari, quelle capaci di raccontare l’essenza di un luogo, quelle che trasudano storia e tradizioni, quelle tipiche capaci di dirti qualcosa in più, di incontrare la gente locale e ascoltarne la voce, di toccare muri che hanno attraversato i secoli e vivere dentro case vissute. Sono convinta che i luoghi dove si dorme e si trascorre del tempo facciano parte integrante del viaggio, non debbano essere solo contenitori moderni e asettici per trascorrere la notte nel comfort… e in Cornovaglia ce ne sono tantissimi, luoghi speciali, conservati con la massima cura, restaurati nel tempo con attenzione, e arredati con gusto, nella semplicità e nel rispetto totale dei materiali e delle identità locali.

Dopo lunghe ricerche in rete sui siti inglesi (in fondo allego link utili)…occhio vi dovete muovere per tempo, altrimenti queste location sono affittate da un anno all’altro e se ne trovano poche libere, scovo una vera fattoria originale dell’800 tutta costruita in pietra a Zennor nei dintorni di St.Ives, nell’ultima punta a ovest della Cornovaglia prima della strada per st.Just che finisce dritta dritta nell’oceano Atlantico. Arriviamo di notte, in mezzo alla bruma, una stradina tortuosa e una segnaletica impossibile ci fanno perdere tra queste colline e a fatica troviamo il viottolo che porta alla fattoria…d’altronde volevo il cottage e bisogna sudarselo!

241

Bridget, la spartana, scontrosa e spettinatissima padrona di casa, avvertita del nostro arrivo di notte, ha ben pensato di lasciarci un post-it …mmmmm….”your house is back across the yard trough the second sliding door, follow the path and it’s the second door on the right”. Sembra chiaro, forse per lei. Erano le 4 di notte, noi distrutti, c’era solo una fioca luce nella fattoria e soprattutto non si vedeva da nessuna parte la sliding door. Alla fine l’abbiamo tirata giù dal letto! La mattina dopo, ritemprati, abbiamo potuto godere davvero della magia di quel luogo.

cottage collage

Collate collage 2

In primis il silenzio, intorno alla fattoria campagna ininterrotta, colline verdissime che si tuffano nel mare. Pony, ovini e bovini sono i tuoi vicini di casa, che pascolano pacifici fuori dalla finestra. Le case conservano molte delle loro caratteristiche originali, i tradizionali muri in pietra, l’antica “spinning gallery”, una loggia su un lato del fienile che veniva utilizzata per far asciugare la lana, una stufa a legna per tenere al caldo nelle notti d’inverno, travi di quercia, la cucina con le piastre in ghisa a combustione lenta, la sala col vecchio pianoforte, i libri e i dipinti originali,  le camere da letto mansardate coi lettoni dai materassi altissimi e tanti cuscini,  il bagno rivestito di legno e dipinto di azzurro, i pavimenti in pietra e legno. Nel cortile davanti casa un ampio giardino pieno di fiori dove è ancora possibile ascoltare il canto degli uccelli.

302177Non mi dilungo, ma un posto così da solo vale la vacanza! Questa è stata la nostra base, più avanti vi racconterò anche qualche giretto.

Intanto vi allego di seguito qualche link utile per affittare un cottage, ma in rete ce ne sono tantissimi (usate quelli inglesi, c’è molta più scelta):

Advertisements

2 responses to “un cottage a St.Ives

    • e se vai sui siti relativi (ce ne sono tantissimi) ne trovi a bizzeffe e di pazzeschi…in alta stagione sono però richiestissimi, soprattutto dagli stessi inglesi. Ciao Tiz e grazie di essere passata di qua

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s